martedì 10 luglio 2012

Il Club degli Scribacchini

Un tempo gli scrittori mediocri venivano apostrofati come scribacchini.
Io non mi sento un granchè scribacchina. Nemmeno arrivo ad essere una scrittrice mediocre!
Mi sento un' aggeggia (termine fiorentino per cosa di cui non si ha definizione precisa, usato in genere affettuosamente dalle nonne....o così spero, altrimenti vuol dire che mia nonna mi ha preso per i fondelli per anni).
Un'aggeggia scribana.
Mi piace scrivere, mi è sempre piaciuto e, naturalmente, non ho mai saputo farlo :)
Leggevo tempo fa un saggio editoriale su come, in un tempo di blog, tutti si sentano grandi scrittori. I blogger credono di comunicare qualcosa attraverso frasi prive di senso, mancanti di qualsiasi sintassi e grammaticalmente scorrette.
Mmm.
Madonnaaa sta moscaaaa che pall...ehm...scusate....torno subito... Morta.
Torniamo a noi.
(Giusto esempio di mancanza di senso di cui sopra)
Dunque, in questo editoriale, si sosteneva che ogni blogger spera che qualcuno, leggendo il suo lavoro, lo trovi talmente interessante ed innovativo da meritare l'opportunità di diventare Scrittore.
Lo Scrittore. Con la "s" maiuscola.
Il blogger è uno scrittore tentato, che spera, attraverso uno sconclusionato stile, copiato da vari scritttori e quindi privo di personalità, di passare a scrittore Diventato.
Mah.
Non so se sia vero.
Per prima cosa, anche fosse, non vedo perchè stroncare i sogni delle persone al solo scopo di dimostrare quanto ce ne intendiamo di scrittura e scrittori.
Secondo, ovvio che ognuno di noi finisca per imitare, non volendolo, lo stile dei suoi scrittori preferiti. Poichè sono più di uno, è comprensibile che a volte la cosa risulti un po' confusa. Però è anche vero che resta quello il modo in cui quella persona scrive. E' il suo, che ci deve fa'?!
Piacevole o meno è il suo scrivere.
Io ho sempre letto per piacere con immenso piacere. Ne ho già non-scritto (sono una scribacchina, giusto, mica una scrittrice)  in un post precedente.
E' naturale che il sogno di ogni vero lettore sia poter essere letto. Sebbene non nel senso del mobile, naturalmente.
Ma ogni lettore sa quanto questo sia improbabile. Apparte quelli che ci credono talmente tanto da diventarlo.
Ci sono quelli che vorrebbero, ma non osano.
Ci sono quelli che osano, ma sarebbe meglio non lo facessero e che spesso vengono pubblicati perchè non sapendo scrivere sono inventori di un nuovo genere.
Ecco, vedete come anche noi possiamo essere ottimi critici?!
Basta un po' di pane e veleno a colazione, due gocce di soffiata di gatto e tre etti di erinni. Frullare tutto...e eccallà.
Scusate. Stamani ho messo quattro etti di erinni, ho esagerato.
( Vorrei qui specificare che questi "critici" di cui parlo sono, sì, la maggioranza, ma perdonateli, poichè non sanno ciò che dicono. Esistono anche i veri critici. Più rari in natura ed in via di estinzione! Difendiamo i veri critici! Scusate dovevo dirlo)
Poi ci sono gli scrittori e quelli sono veramente persone con una marcia in più.
Avevano talmente l'urgenza di condividere da diventare da lettore a letto.
Sono persone che hanno qualcosa da dare sapendolo dare. Hanno qualcosa da regalare al mondo. E chiunque li incontri lo sente, lo avverte, vuole aiutare. Condividerlo per interposta persona. Pubblicarlo.
Facendoci, e perchè no, anche del guadagno.
Perchè, voi non mangiate? E loro pure. Tutto il pane viene da un forno.
Poi ci sono quelli come me.
Che ho riscontrato essere la maggior parte dei blogger.
Tiè. E senza parentesi.
I catartici(più figo di scribacchini neh?!).
Io non scrivo perchè penso di saperlo fare.
Non ho la stoffa della scrittrice. Ho la stoffa della lettrice e mi piace esserlo.
Ma ho bisogno di scrivere. Ho bisogno di condividermi con altri.
Scrivere mi aiuta a respirare meglio, alleggerisce le mie fatiche. Mi fa sorridere e quando mi leggo mi diverto, perchè scrivo quello che sono o mi succede e me lo rivivo vividamente.
E allora?!
Chi mi legge?!
Persone che conosco. Alcune delle quali condividono questi ricordi e mi riconoscono nei miei post.
Non è che aspiro ad avere un milione di followers. Che poi followano a caso, leggendo l'inizio di ogni post e poi fanno zapping sugli altri.
Mi bastano le persone a cui voglio bene e se mi legge qualche curioso di passaggio, al massimo può farsi quattro risate o decidere che ha perso un minuto della sua vita leggendo cazzate.
Tutto questo questionare su cosa voglia o sia un blogger, su cosa dovrebbe non fare, su quanto siano presuntuosi...io non lo capisco.
In fondo sono persone a cui piace scrivere e lo fanno. Perchè non è più una cosa da club ristretto e segreto.
Perchè il mondo ha dato loro uno spazio in cui scrivere, raccontare, inventare, essere come gli pare, dire quello che pensano o che vorrebbero poter pensare.
Che male fanno?!
Che cosa tolgono agli altri?! Niente.
Voi direte: spazio.
Ma mentre lo dite sapete che non è vero. Respirano nelle loro menti senza impedire di respirare ad altri.
Costringono qualcuno a leggerli?!
Non mi risulta.
Si propongono. Perchè no. A qualcuno vorranno pur dire qualcosa.
Da quando è reato dire quello che pens....ah. Già. Scusate, che domande faccio....
E poi sì, ci saranno anche quelli che credono nella Grande Opportunità.
E perchè giudicarli?! Sperano nella possibilità di realizzare un loro sogno!
E poi ci saranno quelli che useranno la scrittura come strumento di odio.
Ma non lo facevano anche prima, sebbene in maniera diversa?!
E quelli che scrivono perchè hanno voglia di scrivere. A volte anche cose prive di senso, di sintassi e di una grammatica che anche solo si avvicina a tale definizione.
E allora?!
Che disturbo vi danno?!
Ci sono così tante cose vergognose e che davvero meriterebbero un po' di sano veleno e di sana critica intorno a noi.
I blogger sono solo sognatori, o incubatori, a seconda.
E hanno diritto a esserlo, anche quando sono illeggibili. Anche quando dicono cose prive di senso. quando ti fanno alzare gli occhi al cielo e ti fanno dire " no, dai, ma che è?!"
Perchè anche i vari editoriali spesso ci fanno dire "no, dai, ma che è".
Eppure continuano a scrivere. Eh.
Quindi io vi dico:
tasti in mano e monitor caldo
AVANTI SCRIBACCHINI!!!!!



Nessun commento:

Posta un commento